SVOLTA SULL’EXPORT DI UVA CILENA VERSO GLI USA GRAZIE A NUOVI PROTOCOLLI

Condividi

Dopo oltre due decenni di negoziati, gli Stati Uniti approvano un nuovo protocollo per l’uva da tavola cilena che sostituisce la fumigazione dei terreni con bromuro di metile.

Dopo 24 anni di negoziati, il Cile ha così ottenuto un nuono approccio ai sistemi per le esportazioni di uva da tavola negli Stati Uniti.

Secondo un comunicato dell’Ufficio studi e politiche agricole del Ministero dell’Agricoltura cileno, il nuovo sistema è stato confermato il 28 giugno scorso. Il nuovo protocollo sostituisce la fumigazione con bromuro di metile con una serie di nuove misure di mitigazione.

Il Ministro dell’Agricoltura, Esteban Valenzuela, come riporta Fruitnet, ha elogiato l’approvazione e ha spiegato che ne beneficerà l’uva da tavola nelle regioni di Atacama, Coquimbo e parte di Valparaíso, grandi produttori ed esportatori di uva da tavola destinata agli Stati Uniti.

Il Cile, secondo il ministero, continuerà a lavorare con l’industria e gli Stati Uniti aggiungendo al protocollo le produzioni della regione Metropolitana, di O’Higgins e di Maule.

Nel 2023, le esportazioni di uva cilena sono ammontate a 905 milioni di dollari e le spedizioni verso gli Stati Uniti a 431 milioni di dollari.

Il presidente di Frutas de Chile, Iván Marambio, ha dichiarato che l’approvazione dell’Approccio ai Sistemi rappresenta una pietra miliare storica per l’industria dell’uva da tavola del Paese.

“Con questo approccio abbiamo la possibilità di raggiungere il 60% dell’uva che il Cile esporta nel mondo senza fumigazione, il che è straordinario e ci avvicina ad altre origini in termini di competitività e di modo in cui raggiungiamo il consumatore americano”, ha dichiarato.

Il presidente di Fedefruta, Víctor Catán Salso, ha affermato che si tratta di una svolta importante per i coltivatori e per coloro che lavorano nella produzione di uva da tavola.

“Questo livella la competizione che per molti anni non è stata uniforme e che non ci ha permesso di competere alla pari con gli altri fornitori. Inoltre ci permette di portare frutta di migliore qualità sul mercato americano, ai consumatori, che sono i nostri grandi alleati nel settore della frutta”, ha dichiarato Catán.

Sfoglia ora l'Annuario 2023 di Protagonisti dell'ortofrutta italiana

Sfoglia ora l'ultimo numero della rivista!

Join us for

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER QUOTIDIANA PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE