ZUCCHINE BIO LEGATE COME BANCONOTE, IMBALLAGGI COMPOSTABILI IN AMIDO DI MAIS. LE SCELTE GREEN DI NATURA IBLEA: “-80% DI PLASTICA”

Condividi

Si chiama banderòn o banderuola: è una fascetta realizzata con un macchinario svizzero, leggermente modificato, che serviva a tenere insieme banconote dello stesso taglio. Al posto del denaro, però, la fasciatura avvolge le zucchine che Natura Iblea, azienda siciliana leader nella produzione di ortofrutta biologica, fa arrivare sui banchi delle maggiori catene della GDO in Europa.

Roberto Giadone con le zucchine “fasciate”

L’ingegno e l’inventiva italiana si esprimono al meglio in questa realtà del Ragusano (Ispica) che vanta tra i più importanti volumi produttivi biologici del Sud Italia: 200 ettari di terreno in serre e pieno campo coltivati a ortofrutta, per un totale di circa 7.300 tonnellate di frutta e verdura. Gli ortaggi confezionati a mazzette sono solo uno dei risultati dell’ufficio Innovazioni e Sviluppo di Natura Iblea.

“Abbiamo in azienda due ragazzi che lavorano in questo settore – spiega l’Amministratore Unico, Roberto Giadone – studiano nuove materie e sistemi per il packaging e per il controllo della temperatura durante i trasporti… tutto questo è vincente”.

Qual è il vantaggio di questa scelta?

Utilizziamo l’80% in meno di plastica. Prima mettevamo il prodotto in una vaschetta di plastica, si confezionava con il flow pack e si può immaginare cosa significava in termini di materiale e di costo. Questo invece è veramente un packaging ultra leggero, con pochissima plastica che può essere facilmente riciclabile, senza contare che il prodotto è visibile, e quindi controllabile, in ogni suo lato, davanti, sotto. È una delle innovazioni più importanti”.

Un’altra idea realizzata ha preso spunto dal personaggio che ha fatto la fortuna soprattutto di questa parte della Sicilia.

“Sì, è la linea ‘Bio Sono’, una soluzione ecosostenibile per la distribuzione dell’ortofrutta bio nella GDO che simpaticamente fa il verso a ‘Montalbano sono’. Il prodotto è confezionato in imballaggi compostabili in amido di mais. Per ora si trova solo nei mercati di Sicilia e Calabria, ma è stata pensata per la GDO sull’intero territorio nazionale”.

Uno dei fiori all’occhiello dell’azienda è Paniere Bio, www.panierebio.com, l’e-commerce cliccabile pure sul sito aziendale, dove si può fare la spesa online di prodotti biologici con consegna a domicilio. Anche in questo caso l’ingegno è protagonista per quanto riguarda il traporto della merce.

“Nel bio siamo la più grossa azienda di vendita online. Prima spedivamo con un corriere, la merce arrivava non refrigerata. Abbiamo fatto un accordo economico con una società francese che ha aperto uno stabilimento a Roma e distribuisce medicinali. Avevamo chiesto se facendo arrivare i prodotti la mattina alle 6, potevano mettere nel furgone delle paratie per separarli dai medicinali e consegnare le nostre cassette. Ci hanno detto di sì, così a casa dei clienti arrivano frutta e verdura trasportate ad una temperatura di 7-8 gradi massimo, in un ambiente perfettamente igienizzato. Siamo gli unici in Italia a fare la consegna refrigerata a domicilio in tutta Italia. L’anno scorso abbiamo fatto 25mila spedizioni”.

Daniela Utili

 

Info: www.naturaiblea.it

www.panierebio.com

Sfoglia ora l'Annuario 2023 di Protagonisti dell'ortofrutta italiana

Sfoglia ora l'ultimo numero della rivista!

Join us for

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER QUOTIDIANA PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE