VAL VENOSTA, AVANTI TUTTA SU MARKETING, NUOVE VARIETÀ ED EXPORT

Grandi novità in casa Val Venosta. Sul fronte extra-europeo, è ormai avviata la joint venture con Rivoira ed Rk Growers (leggi news) che ha dato il via libera all’invio, nei giorni scorsi, dei primi container di mele alla volta di Hong Kong mentre è ancora in fase di primo test Singapore.

Sul fronte del mercato del Vecchio Continente, in Spagna, primo mercato dell’export europeo, sta per partire la campagna pubblicitaria nelle tv spagnole per le varietà in catalogo presentate al Fruit Attraction, mentre su Ambrosia si punta ad una strategia di marketing più mirata con degustazioni in programma nei principali centri Agroalimentari.

In Italia, infine, a cui è destinato il 50% della produzione di mele Val Venosta, stanno per partire i primi test di mercato per la nuova varietà Kissabel.

Ce ne ha parlato, Benjamin Laimer (nella foto), referente marketing di Mela Val Venosta.

Come sta andando la joint venture appena siglata con Rivoira e RK Growers?

“Abbiamo costituito – ci spiega – un ufficio di vendita ad Hong Kong ed abbiamo appena inviato i primi container”.

Che varietà avete spedito?

“Soprattutto mele Ambrosia ed Envy che, per loro caratteristiche, tengono meglio i lunghi tempi di trasporto. Ora non resta che vedere i feedback”.

Quali altri mercati asiatici state valutando?

“Stiamo iniziando a testare anche Singapore, sempre tramite Rk Growers”.

Da poco avete lanciato la varietà Kissabel, quando si vedrà sugli scaffali?

“In Italia pensiamo di fare il primo test di mercato, con l’inizio dell’anno nuovo, penso a gennaio. Stiamo selezionando due o tre catene della grande distribuzione a cui inviare i primi pallet e poi vedremo come va”.

E in Spagna come sta andando?

“La Spagna è il nostro primo mercato per quanto riguarda l’export europeo. Qui inviamo ogni anno il 10% della produzione. Proprio per la sua importanza, stiamo per ripartire con la campagna di spot pubblicitari in televisione, selezionata dai nostri stessi clienti, perché permette di dare il giusto valore aggiunto alle nostre varietà. Quest’anno i volumi ci sono e la qualità è molto buona”.

Su quali canali distributivi operate nella Penisola Iberica?

“Prevalentemente sui centri agro-alimentari, perché a differenza dell’Italia, in Spagna il canale tradizionale è ancora molto forte. Per questo, per promuovere e fare conoscere Ambrosia stiamo per lanciare una promozione che prevede degustazioni nei principali mercati all’ingrosso”.

Con quali lavorate?

“Con una decina. Madrid, ad esempio, o Barcellona, Siviglia, Valencia…”.

Avete in programma altre iniziative di marketing su questo canale?

“Tra novembre e febbraio sarà attivo un concorso a premi rivolto ai dettaglianti. Con gli acquisti delle nostre mele, accumulano punti per potere vincere dei gadget, ossia pratici attrezzi da lavoro come gilet, giubbotti, guanti o berrettini”.

Mariangela Latella